Cronaca

"Perché mamma non mi chiama?" Le terribili domande della figlia di Imma Villani, la donna uccisa a Terzigno

bambina imma villani terzigno

Antonietta Gargiulo dovrà imparare a vivere senza le figlie Alessia e Martina (leggi qui), e la figlia di Imma Villani, la donna uccisa a Terzigno dal marito Pasquale Vitiello poi suicida, dovrà fare i conti con una vita senza mamma e papà. Ma ancora non sa niente

“Perché mamma non mi chiama?” Le terribili domande della figlia di Imma Villani, la donna uccisa a Terzigno

Ecco il racconto del Mattino:

«Perché mamma non mi chiama? Perché non si fa sentire almeno al telefono?». Lisa non sa ancora che suo padre, PasqualeVitiello, le ha ammazzato la madre, Immacolata Villani. Finora nessuno ha trovato il coraggio per spiegarglielo.

La bambina era stata portata via dalla scuola dallo zio la mattina in cui Imma è morta. Le avevano spiegato che stava male (leggi qui). Ma con il passare del tempo è diventata sempre più inquieta:

Gli zii, ai quali è stata affidata, le hanno detto che Imma sarebbe rimasta ricoverata per qualche giorno.Ma con il passare delle ore Lisa (il nome ovviamente è di fantasia),che ha nove anni, sembra sempre più inquieta: chiede della mamma e non riesce a spiegarsi perché da lei non arrivi nemmeno un colpo di telefono. Non ha invece, per ora, domandato notizie del padre.
Intorno alla piccola è stata ovviamente creata una rete di protezione: dopo la sparatoria, quando ancora il corpo di Immacolata Villanigiaceva in una pozza di sangue davanti al cancello della scuola Boccia al Mauro, il sindaco di Terzigno, Francesco Ranieri, ha provveduto ad affidarla provvisoriamente allo zio, Luigi, e a sua moglie Mariangela che vivono a Scafati con i genitori di lei. La bimba è quindi stata portata nella villetta alla periferia della cittadina salernitana,dove abitano anche i cugini

I genitori di Pasquale Vitiello vogliono la custodia della bambina

Probabilmente la bambina saprà la verità dopo il funerale della mamma. E tra i parenti inizia a scatenarsi la disputa per la custodia della figlia di Imma:

I genitori di Pasquale Vitiello, l’assassino, hanno annunciato che ne chiederanno la custodia: «Non vogliamo perdere nostra nipote», hadetto il nonno Ciro. E l’avvocato Salvatore Annunziata, incaricato dalla famiglia di seguire la vicenda dal punto di vista civile, spiega: «Lisa ha diritto a frequentare tutti i suoi parenti. I legami affettivi non possono essere recisi».Il padre di Imma e la sua compagna, dal canto loro, hanno affidato all’avvocato Cesino il compito di chiederne l’affidamento.«I familiari di Immacolata Villani chiederanno l’affido della bambina che già viveva in casa loro fino al momento del delitto –spiega l’avvocato– questo non vuol dire, però, che gli altri nonni non potranno vederla. Prioritario resta il bene della piccola»