Cronaca

Fiordaliso da Barbara D’Urso scoppia in lacrime per la mamma morta di coronavirus

fiordaliso da barbara d'urso piange mamma morta video

Mia mamma per 11 giorni non l’ho sentita. Poi mi è arrivata una telefonata, era mia mamma che mi ha detto “Sto morendo”. Dopo queste parole Fiordaliso non riesce a tratterene le lacrime a Live non è la D’Urso. Il video

Fiordaliso da Barbara D’Urso scoppia in lacrime per la mamma morta di coronavirus

Ecco il video:

Non so chi si è ammalata per prima, se io o la mamma. L’ho accudita per 5 giorni, poi è andata in ospedale e io non l’ho più vista. Per me è molto difficile da raccontare. Mia mamma per 11 giorni non l’ho sentita. Poi mi è arrivata una telefonata, era mia mamma che mi ha detto “Sto morendo”. Scusa, mi ero promessa di non piangere ma non ce la faccio. Sono qui per dire di stare a casa. I tuoi cari non li puoi accompagnare negli ultimi istanti della loro vita, è terribile.

Le parole di Fiordaliso dopo la morte della mamma per coronavirus

Fiordaliso racconta di come si è ammalata di coronavirus e delle sofferenze della mamma, morta da sola come tanti altri anziani. Lo strazio di quando ha dovuto spiegare al padre di 90 anni cosa era successo. La paura di essere stata lei a contagiare i genitori

marina fiordaliso coronavirus
Fiordaliso racconta in un’intervista a Libero:

Come sta?
«Adesso bene, sono blindata come tutta Italia. Il prossimo tampone lo faccio l’8 aprile. Piacenza è un campo di battaglia. La mia quarantena in realtà è finita da quando mio padre è stato ricoverato, il 10 marzo».

Soliti sintomi?
«Febbre, assenza d’olfatto e del gusto, non ho avuto la polmonite ma ancora oggi mi sento come se mi avessero picchiato con bastone. Il virus ti lascia addosso una stanchezza infinita».

Anche sua sorella si è ammalata.
«Cristina, sì. Ha fatto la malattia tutta sola. Le mancava il fiato,respirava come un cagnolino. Non ci vediamo da tanto. È stata la prima a prenderla, non sappiamo come, ci penso continuamente.  Mia mamma usciva,andava a prendere il cappuccino, faceva la spesa, giocava al Lotto; ho pensato di essere stata magari io ad infettarla, non so se l’ho presa prima io o lei. Io venivo dal teatro, a Torino, dove ero in scena con Sul lago dorato.“Non andare a Piacenza”, mi dicevano tutti. Si facevano battutine, si scherzava. Tutti l’abbiamo presa sotto gamba».

Il padre di Fiordaliso, 90 anni, è guarito. Ma è stata lei a dovergli dire che la moglie era morta. Uno strazio. E lei avverte:

Che messaggio vuole dare?
«Di stare in casa. Mia mamma è stata 11 giorni da sola in ospedale, in mezzo adalieni. Alieni meravigliosi, gli infermieri, ma sconosciuti. Non vedeva nemmeno una faccia. Tutti perdono i genitori, è la vita, ma questa è una malattia atroce.Una delle cose più brutte che possa succedere ad un familiare. Non sono religiosa ma penso che l’abbia portata il diavolo: spariscono i tuoi cari e non li vedi più, non li puoi accompagnare per l’ultimo viaggio, non li puoi vedere quando mancano e non gli puoi fare un funerale. Non puoi tenere la mano a tua madree non puoi fare niente. Mia mamma mi è stata rubata. Continuo a rimuginare».

Leggi anche: Fiordaliso ha avuto il coronavirus. E sua mamma è morta