Cronaca

Giuseppe Balboni: il sedicenne scomparso trovato morto a Castello di Serravalle

giuseppe balboni morto

È stato ritrovato cadavere in un pozzo profondo tre metri a Castello di Serravalle, nel bolognese, non lontano dal luogo dove è stato rinvenuto ieri il suo motorino col quale si era allontanato da casa, più di una settimana fa. Si indaga per omicidio per la morte di Giuseppe Balboni, 16 anni, residente a Zocca, nel Modenese, scomparso lunedì 17 settembre e ricercato nella zona da giorni da carabinieri e vigili del fuoco.

Giuseppe Balboni: il sedicenne scomparso trovato morto a Castello di Serravalle

Le indagini sono seguite dai carabinieri, coordinate dalla procura per i minorenni guidata da Silvia Marzocchi. È in corso la rimozione del corpo del giovane e la prima ispezione del medico legale, da cui è attesa una prima conferma sulle cause della morte. Secondo i militari, le modalità del ritrovamento del corpo non sembrano lasciare campo a ipotesi diverse. È di ieri il ritrovamento dello scooter rosso del ragazzo, parcheggiato nei pressi di un boschetto: proprio perlustrando palmo a palmo la zona, i militari si sarebbero imbattuti nel pozzo scoprendo sul fondo il corpo del ragazzo. Appelli erano stati lanciati sui social e anche tramite “Chi l’ha visto“. Trovato anche il portafoglio di Giuseppe, il ragazzo scomparso dal Modense. Era lontano dal motorino, in un posto dove andava con gli amici.

Il suo scooter, con le chiavi, è stato ritrovato in serata a Castello di Serravalle, frazione del comune di Valsamoggia (Bologna). Era in via Tiola, a sette chilometri da casa, dietro una fontanella, nascosto tra sterpaglie e alberi. Dalla parte opposta della strada c’erano il casco e il giubbino, ma non la borsa nera che aveva con sé quando è uscito.

Giuseppe Balboni morto: sul corpo una ferita da pistola

È stato un recupero complesso quello del corpo del 16enne Giuseppe Balboni, ritrovato a quanto si apprende in fondo a un pozzo molto profondo nei pressi di una casa privata in località Tiola di Castello di Serravalle, sulle colline quasi al confine tra le province di Bologna e Modena. I vigili del fuoco sono intervenuti anche con i sommozzatori. Il cadavere è stato portato via intorno alle 16.30. Gli inquirenti non hanno dubbi sul fatto che si tratti di un omicidio, anche se rimane ancora incerta la dinamica. Dalle prime informazioni sul cadavere ci sarebbe una ferita provocata da un colpo di pistola. Non è ancora stato chiarito chi ha segnalato la presenza del cadavere. Continuano le indagini dei carabinieri. Un sopralluogo è stato fatto anche dal procuratore per i minorenni Silvia Marzocchi, che non ha rilasciato dichiarazioni ai giornalisti.