Apertura

Guerrina Piscaglia: Padre Graziano e il sesso pagato con le ricariche telefoniche

padre graziano guerrina piscaglia chi l'ha visto (1)

Ieri a Chi l’ha visto sono emersi nuovi particolari sul caso di Guerrina Piscaglia, la donna scomparsa il primo maggio del 2014 da Ca’ Raffaello. Guerrina Piscaglia conduceva una vita modesta a Ca’ Raffaello, paesino minuscolo perso nella provincia tra Toscana ed Emilia Romagna. Sposata da più di vent’anni con Mirko, i due avevano un figlio disabile che assistevano in tutto e per tutto con estrema dedizione. Tra gli abitanti, c’è chi la descrive come una donna infelice: sovrappeso e poco dedita alla cura della propria persona, forse intrappolata in un matrimonio portato avanti forzatamente per abitudine e per il bene del figlio. Tutto questo fino all’arrivo del nuovo parroco, il congolese Gratien Alabi, chiamato da tutti Padre Graziano. A differenza del suo precedessore, Padre Graziano dimostra un carisma notevole e un modo di agire rivoluzionario per un paesino dimenticato da tutti. Rivisita le messe secondo la propria tradizione, arricchendole con canti e balli, ride e scherza con tutti e si interessa della vita privata dei parrocchiani. In particolar modo di quella di Guerrina e di suo marito, secondo il quale stavano sviluppando un rapporto praticamente morboso: più di 4000 sms tra loro, richieste di dormire in canonica.
GUERRINA PISCAGLIA padre graziano
PADRE GRAZIANO E IL SESSO A PAGAMENTO – E proprio la figura di Padre Graziano, indagato per favoreggiamento nel caso, diventa sempre più controversa dopo i nuovi particolari raccontati a Chi l’ha visto: Padre Graziano dopo la scomparsa di Guerrina ha fatto sesso con una ragazza giovanissima, l’ha conosciuta nel paese in cui vive, le ha offerto una birra, e l’ha invitata a casa, e con lei ha avuto dei rapporti sessuali pagati con pochi euro e sopratutto con ricariche telefoniche. La donna ha raccontato già tutto agli inquirenti, e quindi esiste un verbale che testimonia l’episodio. La donna non sapeva che Graziano fosse un prete ed è sconvolta dalla scoperta.
GUERRINA PISCAGLIA E L’SMS DOPO LA SCOMPARSA – Inoltre un altro particolare inquietante riguarda l’sms ricevuto da un’amica di Guerrina dieci giorni dopo la sua scomparsa proprio dal suo cellulare. Giulia, preoccupata per la sorte della Piscaglia era andata a raccontare i suoi dubbi all’ex parroco di Ca’ Raffello, don Arialdo, sul rapporto tra lei e Padre Gratien. Don Arialdo incontra padre Graziano. Poco dopo Giulia ha ricevuto uno strano sms dal telefonino di Guerrina. “Ti ho mandato un messaggio perché mi fido, ma sono delusa. Hai invitato qualcuno a casa tua e hai parlato male di un uomo di Dio per la mia situazione. Nessuno di lì mi ha fatto sparire sono dal mio moroso, bisogna avere timore di Dio, sei bugiarda e piena di falsità, non ti manderò più nessun messaggio”. A quel punto si rivolge a Monsignor Dallara, il vicario generale di Arezzo, che però la consiglia di non rivelare la vicenda ai Carabinieri.
guerrina piscaglia padre graziano

Guarda il servizio di Chi l’ha visto su Guerrina Piscaglia, Padre Graziano e il sesso a pagamento