WebstarZ

Hayley Okines: la 17enne morta intrappolata nel corpo di una centenaria

Hayley Okines 2

Hayley Okines aveva solo 17 anni, ma il suo corpo no. Questa teenager infatti, era affetta da progeria. La progeria (dal greco πρό, “prima” e γέρων, “vecchio, anziano”) è una malattia rara che causa l’invecchiamento precoce anche se non altera la mente, che resta l’unico indice della vera età del malato. Causa nel bambino l’insorgere di malattie tipiche degli anziani, quali la malattia coronarica, e porta l’individuo ad una morte precoce. I nati con progeria tipicamente hanno un’aspettativa di vita pari a vent’anni.. Così Hayley era un’adolescente nel corpo di una donna di 104 anni. Hayley Okines è morta il 2 aprile.

The entire Progeria family mourns together with many as we say goodbye to Hayley Okines, our smart, beautiful and…
Posted by Progeria Research Foundation on Giovedì 2 aprile 2015

Hayley aveva scritto da poco una biografia in cui tentava di spiegare come si sentiva, e come vivesse la sua vita. “Io non sono una teenager con la progeria, sono solo una teenager”, spiegava. Con tutti i desideri, le insicurezze, e la voglia di diventare grande di una ragazzina della sua età, si vergognava del suo corpo e si copriva con grandi maglioni. Indossava sempre una bandana perché senza si sentiva come se uscisse senza biancheria intima. Voleva aprire un salone di bellezza, aveva un idolo come tutte le adolescenti, un ragazzo che piacerebbe a tutte:
Hayley Okines
Hayley Okines voleva andare al ballo della scuola, ed era triste perché non trovava un abito che si adattasse al suo fisico da scricciolo appassito. Esattamente come sarebbe stata triste una ragazzina che non avesse trovato il vestito dei suoi sogni. Hayley era felice quando ha indossato un costume celeste come i suoi occhi:
Hayley Okines 1
Hayley aveva paura quando i suoi amici malati anch’essi di progeria morivano. Sapeva di non avere molto tempo. Ma ci scherzava su “Mia madre dice che mi reincarnerò in un bradipo, perché faccio le cose troppo lentamente”. Hayley parlava spesso della sua malattia, perché altri bambini come lei avessero una speranza grazie alla ricerca, proprio come fa Sammy Basso, il ragazzo che recentemente è stato intervistato a Sanremo. Tutti e due sempre sorridenti, nonostante l’incatesimo malvagio che li ha colpiti.