WebstarZ

I banditi morti dopo l'inseguimento dei Carabinieri sono "due merde"

BANDI MORTI INSEGUIMENTO SILEA

Due banditi sono morti, ed altri due sono rimasti feriti, mentre tentavano di fuggire in auto inseguiti dai Carabinieri, dopo un colpo ad uno sportello Bancomat. L’incidente e’ avvenuto a Roncade, nel trevigiano. Secondo i primi accertamenti dei carabinieri, le vittime, cosi’ come i due feriti, facevano parte di una banda di ‘giostrai’. I quattro avevano fatto esplodere poco prima il bancomat della filiale del Credito cooperativo di Monastier e Silea. Successivamente, durante la fuga per sottrarsi all’inseguimento delle pattuglie, sono usciti di strada a San Cipriano di Roncade, finendo in una scarpata.
Come riporta la Tribuna di Treviso:

Lo schianto in una curva di via Belvedere a Silea. Sono usciti di strada, probabilmente per l’alta velocità, mentre erano in fuga dopo aver fatto saltare in aria un bancomat. Sono morti così 2 ladri italiani e altri due sono rimasti feriti: uno è ricoverato in condizioni gravi all’ospedale di Treviso, l’altro a Mestre.

Il giornale spiega anche la dinamica dell’incidente:

Chi era alla guida ha perso il controllo dell’auto che è uscita di strada finendo nel fossato e schiantandosi contro un muretto in cemento. L’incidente è avvenuto esattamente davanti alla fabbrica “UtenSilea”

“I BANDITI MORTI SONO DUE MERDE” – Intanto arrivano i primi commenti su Facebook all’incidente: “Solo due?? Accontentiamoci.. Do se manco!”, “Due merde in meno.”, “Finalmente…. È ora che lasci questo mondo chi non lo merita…”, ” La morte non la auguro a nessuno , ma se la sono voluti ! “, “ottima notizia!!!!!”, “Se stavano a letto a dormire la notte non gli succedeva niente!!”. L’unico merito è questo: “Se non altro…… rapinavano le banche, non le case”.