WebstarZ

Il sedicenne che ferisce il fratellino per la dipendenza da videogames

dipendenza videogames

Il Messaggero racconta la vicenda del sedicenne dipendente dai videogames che ferisce il fratellino:
Nemmeno esce più, ci sono i giochi nelle sue giornate e niente altro.Venti ore al giorno, gli occhi fissi sullo schermo. I primi gesti violenti nei confronti della madre,comincia a insultarla e picchiarla senza ragione, della sorellina, gli stessi scatti dei personaggi che vede sfidarsi nei videogames. Arriva a minacciare anche il padre che non vuole caricargli la scheda sim del cellulare.L’altro giorno scaglia una presa elettrica addosso al fratellino piccolo, lo ferisce all’occhio. La madre si spaventa, il piccolo perde sangue. La corsa al pronto soccorso, interviene anche la polizia per fermarlo. Dai racconti dei genitori, gli agenti vengono a sapere l’inferno che si vive da mesi ormai in quella casa.Del caso è stato immediatamente informato il tribunale dei minori. I giudici per evitare il ripetersi di episodi violenti ma soprattutto per avviare il sedicenne a un programma di riabilitazione decidono che la cosa migliore è allontanare il ragazzo dalla famiglia e intraprendere un percorso di cura. Viene così emesso un provvedimento cautelare di collocazione temporanea presso una comunità specializzata.Due giorni fa gli agenti del commissariato Appio hanno eseguito l’ordinanza. Il sedicenne resterà nella comunità finché non si sarà completamente disintossicato dai videogiochi.