Apertura

Jack lo Squartatore? Era un immigrato

jack lo squartatore

Jack lo Squartatore? Il test del Dna batte Patricia Cornwell uno a zero. La scrittrice, forte dei milioni di copie vendute dei suoi libri che hanno come protagonista il medico legale Kay Scarpetta, era convinta che Jack lo Squartatore fosse il pittore Walter Sickert; così convinta da aver speso cifre esponenziali per acquistare i suoi quadri (traboccanti di “indizi”) e tutti i documenti d’epoca disponibili, raccolti in Ritratto di un assassino, secondo lei la parola definitiva sul killer dell’East End.

shawl-4

JACK LO SQUARTATORE: CHI ERA  – Ma anche no. Stando al Daily Mail, che vanta una esclusiva mondiale, il biologo molecolare Jari Louhelainen, dell’università di Liverpool, avrebbe stabilito che l’assassino di undici prostitute londinesi nella zona di Whitechapel, tra il 1888 e il 1891, sarebbe un immigrato polacco 23enne, Aaron Kosminski, che abitava nei dintorni e all’epoca fu sospettato dei delitti. Il test è stato condotto sulle tracce biologiche lasciate sullo scialle di proprietà di una delle vittime dello Squartatore, comprato all’asta nel 2007 da Russell Edwards, che si definisce “detective dilettante” ; il Dna, confrontato con quello di un discendente della sorella di Kosminski, avrebbe permesso al ricercatore di fare bingo.

JACK LO SQUARTATORE: COSA C’È DIETRO? – Tutto vero? Appare discutibile la decisione del ricercatore di affidare la divulgazione della sua scoperta a un quotidiano popolare, piuttosto che ai canali scientifici; e sembra sospetto il fatto che contestualmente alla “rivelazione” Edwards stia lanciando un libro sull’argomento.