Apertura

Joe Bastianich, Antonio Ricci e la "rissa" in diretta tv VIDEO

lite bastianich ricci premio regia televisiva

Al Premio Regia televisiva andato in onda ieri sera sono volate scintille. Antonio Ricci e Ezio Greggio contro Joe Bastianich hanno discusso, botta e risposta per il caso Masterchef. Inizialmente Ezio Greggio si è rivolto a Bastianich e agli altri giudici del talent culinario sfottendolo con una domanda provocatoria:

“Visto che siete qua ci dite chi vince l’anno prossimo?”.

Inizialmente Bastianich ha scelto il silenzio come spiegazione. Poi però, la momento della premiazione di Masterchef, ha provato a mettere in mezzo Antonio Ricci, che gli ha risposto per le rime:

Joe Bastianich, Antonio Ricci e la lite in diretta tv VIDEO


Bastianich invita Ricci a pelare patate invece di parlare:

“Perché a volte nella vita non bisogna parlare, ma bisogna anche pelare le patate”.


E Ricci gli risponde:

“E’ giusto pelare le patate, visto che noi vi abbiamo pelato per bene”.

ANTONIO RICCI, STRISCIA LA NOTIZIA E LA “CENSURA” DELL’AGCOM – Ma le polemiche del papà di Striscia non sono finite qui. Antonio Ricci durante la trasmissione ha parlato del video satirico che non è andato in onda a causa della censura dell’Agcom, secondo lui:

“Non si capisce se è stato bloccato dall’Agcom, da Gesù Bambino… avrebbe gravemente turbato gli elettori. Il filmato lo potrete vedere domani su Striscia la notizia, mi spiace, sono occasioni perdute, domani potrete rendervi conto del grado di terribilezza del filmato”.

Già nel pomeriggio era stato diffuso un comunicato che attaccava l’Agcom:

“L’Agcom ha vietato la diffusione del filmato satirico di Striscia la notizia che sarebbe dovuto andare in onda questa sera su Raiuno durante il Premio Regia Televisiva”. Lo rende noto lo stesso tg di Antonio Ricci, aggiungendo che “il filmato censurato conteneva una rappresentazione satirica dei principali leader politici italiani visti come supereroi dei fumetti, dal Ministro Alfano nei panni di Mr. Fantastic al Premier Renzi con il corpo de “La cosa” e Silvio Berlusconi con il mantello del Cavaliere Mascarato”.

Che aveva risposto di non entrarci per niente:

L’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni non interviene ex ante e non ha mai ricevuto richieste in merito al video satirico di Striscia la notizia che sarebbe dovuto andare in onda questa sera su Rai1 durante il Premio Regia Televisiva. Lo precisa l’Autorità dopo il comunicato diffuso da Striscia, che accusa Agcom di aver vietato la diffusione del filmato.

E, ovviamente, Striscia aveva replicato:

“L’organizzatore del Premio Regia Televisiva ci ha comunicato che l’Agcom, l’autorità per le garanzie nelle comunicazioni, avrebbe vietato la diffusione del filmato satirico di Striscia la notizia che sarebbe dovuto andare in onda questa sera su Raiuno durante la premiazione”. Lo precisa Striscia La Notizia dopo che l’Agcom ha escluso qualsiasi intervento sul filmato satirico. “Il filmato censurato – ricorda Striscia – conteneva una rappresentazione satirica dei principali leader politici italiani visti come supereroi dei fumetti, dal Ministro Alfano nei panni di Mr. Fantastic al Premier Renzi con il corpo de “La cosa” e Silvio Berlusconi con il mantello del Cavaliere Mascarato”

Seguita a ruota dalla Rai:

“Non si capisce la polemica visto che la legge sulla par condicio vieta a noi come a tutti gli altri broadcaster nel nostro Paese la presenza diretta o indiretta in qualsiasi forma della politica e dei politici in trasmissioni di intrattenimento”. E’ quanto fa sapere Viale Mazzini dopo le note diffuse da Striscia la notizia in merito allo stop di un proprio filmato satirico che sarebbe dovuto andare in onda stasera nel corso del Premio Regia Televisiva. “E comunque – fa sapere ancora – la direzione di Rai1 aveva comunicato fin da ieri la cosa a striscia la notizia”.