Apertura

La mamma di Loris «picchiata dal marito»

davide stival loris veronica panarello

L’accusa viene dall’avvocato di Veronica Panarello ed è piuttosto dura: «Davide Stival ha colpito la moglie durante una visita». «È un rapporto contrastato – ha detto l’avvocato Villardita citato dal Giornale -. Durante l’ultima visita in carcere c’è stata parecchia tensione. Il marito le ha dato un pugno al mento. Ha tentato di dargliene un altro, lei lo ha bloccato». Le cose non sono andate così per l’avvocato Daniele Scrofani, che difende Davide.

«Da giorni registro un’intensificata aggressività nei confronti di Davide, con accuse infondate. Si è perso di vista che è parte offesa. Non c’è stato un pugno, cosa che avrebbe obbligato le guardie a segnalare agli organi preposti. È stato un momento di nervosismo tra coniugi con un leggero contatto da parte di Davide. Sembra che si voglia spostare l’attenzione».

Sull’incontro pesanti fioccano le accuse formulate a «Mattino Cinque» da nonna Carmela Anguzza, mamma di Veronica, nei confronti di Davide. «Le ha chiesto di mentire sulla morte di Loris, consigliandole di dire che è stato un incidente. Poi le ha detto: «Perché non t’ammazzi?». È istigazione al suicidio». Più cauto va il legale Villardita: «Sono volate parole tra moglie e marito. Ma non per questo possiamo parlare di istigazione al suicidio. Mi sembra troppo».Intanto ieri è proseguito l’incidente probatorio per la realizzazione delle copie forensi dei video delle telecamere di SantaCroce Camerina pubbliche e private.