Apertura

La top ten delle sparate più incredibili sull'Airbus Germanwings distrutto da Andreas Lubitz

SCHETTINEN, IL TITOLO DEL GIORNALE SULL'AIRBUS GERMANWINGS SCHIANTATODA ANDREAS LUBITZ

Mentre durante le perquisizioni della casa in cui viveva Andreas Lubitz  sono stati trovati elementi interessanti ma non “la smoking gun”, la prova inconfutabile che possa chiarire cosa abbia indotto il co-pilota tedesco a far schiantare volontariamente contro le Alpi francesi l’Airbus A320 della Germanwings, in Italia si susseguono le sparate di giornali, personaggi politici e gente comune sulla strage. Ecco una top ten di quelle più assurde:
 

1) SCHETTINEN, IL GIORNALE SULL’AIRBUS GERMANWINGS SCHIANTATO DA ANDREAS LUBITZ

 
SCHETTINEN, IL TITOLO DEL GIORNALE SULL'AIRBUS GERMANWINGS SCHIANTATODA ANDREAS LUBITZ
 

2) LA SANTANCHÈ E L’AUTOBUS

 
SANTANCHÈ AIRBUS GERMANWINGS
 

3) SALVO MANDARÀ E IL COMPLOTTO DELL’AIRBUS GERMANWINGS

 
SALVO MANDARÀ COMPLOTTO AIRBUS GERMANWINGS
 
 
 
 

4) SELVAGGIA LUCARELLI E LA “COLPA DEL MEDICO” DI ANDREAS LUBITZ

 
SELVAGGIA LUCARELLI AIRBUS GERMANWINGS
 
 

5) GRILLO E RENZI CHE DIVENTA ANDREAS LUBITZ

 
GRILLO RENZI GERMANWINGS
 
 

6) I SOLITI COMPLOTTARI DELLE SCIE CHIMICHE SULL’AIRBUS GERMANWINGS

 
AIRBUS GERMANWINGS COMPLOTTO SCIE CHIMICHE
 

7) QUELLI CHE ERA UN’ARMA DI DISTRUZIONE DI MASSA

 
COMPLOTTO ARMA DISTRUZIONE MASSA AIRBUS GERMANWINGS
 

8) LIBERO E ANDREAS LUBITZ NON IDONEO AL VOTO!

 
LIBERO ANDREAS LUBITZ NON IDONEO AL VOTO
 

9) QUELLO CHE…E LA TORRE DI CONTROLLO?

TORRE DI CONTROLLO AIRBUS GERMANWINGS
 
 
 
 
 

10) QUELLI CHE…È COLPA DEGLI USA

complotto usa airbus germanwings
 
Nel frattempo, mentre ognuno gridava la sua stronzata gli agenti che hanno passato al setaccio la casa di Lubitz nella città di Duesseldorf hanno spiegato di aver portato via “vari oggetti e documenti”, ha dichiarato il portavoce della polizia, Marcel Fiebig, “Vedremo se questo potrà chiarire quello che è accaduto, tutto viene esaminato”. Ha poi aggiunto che non è stata individuata nessuna “pistola fumante” che possa far luce su un possibile motivo. Gli inquirenti di Duesseldorf hanno aperto un’inchiesta parallela alla principale inchiesta in corso in Francia, dal momento che la maggior parte delle 150 vittime erano di nazionalità tedesca. Lubitz, 27 anni, ha trascorso la maggior parte della sua vita nella casa dei genitori nella piccola città di Montabaur. L’abitazione a due piani in una tranquilla stradina secondaria è protetta da un imponente cordone di polizia, che ha effettuato perquisizioni all’interno. Uomini muniti di guanti protettivi hanno portato via valigette, sacchi e scatole, hanno riportato i giornalisti sul posto.
 
Al prossimo complotto!