Cronaca

Le strane scuse di Sergio Vessicchio dopo gli insulti a Annalisa Moccia

sergio vessicchio insulti annalisa moccia 1

Sergio Vessicchio, il giornalista che prima della partita Agropoli-S.Agnello ha usato parole pesanti contro l’assisistente arbitrale Annalisa Moccia presenta le sue scuse in un’intervista al Fatto Quotidiano:

“Ho chiesto e chiedo scusa, non sono sessista. Alle donne affiderei il mondo intero, gli arbitri donna sono migliori degli uomini”

Vessicchio spiega:

L’Ordine dei Giornalisti della Campania l’ha sospesa immediatamente.
Immagino per un atto dovuto, sono finito in un tritacarne nelle ultime ore. Mi hanno messo in bocca parole che non ho mai detto.

Il filmato sembra chiaro e la voce è la sua.
Ho sbagliato ma non era quella la mia intenzione, per questo mi scuso. Volevo dire che nel Cilento e in Campania le arbitre donne vengono vessate. E’ uno schifo quello che si verifica, finiscono nel mirino tra offese, insulti, battutine e ingiurie dal momento in cui arrivano sul campo di calcio.

Mi sta dicendo che la sua voleva essere una denuncia a loro favore?
La guardalinee in questione è stata la migliore ieri. Il discorso andrebbe ampliato: perché la partita femminile di ieri Juventus-Fiorentina non l’hanno fatta arbitrare a una donna? Perché una donna non arbitra a livello nazionale? La prima discriminazione la fanno loro, non le fanno arrivare ai vertici. Se lei viene in Cilento si accorgerà di dove si spogliano e dell’assenza di strutture adatte.

Caso chiuso? Forse. Perché Vessicchio dovrebbe spiegare come mai poche ore fa pubblicava tweet come questo, se la sua intenzione era quella di mettere in luce la discriminazione subita dagli arbitri donna:

 

sergio vessicchio insulti annalisa moccia