Apertura

Lindsay Lohan e la bufala su Whitney Houston morta

lindsay lohan

Lindsay Lohan  afferma di avere avuto a che fare con il cadavere di Whitney Houston. Ma in che modo? La Lohan racconta che nel periodo in cui scontava la pena per avere violato la libertà vigilata a cui era sottoposta lavorando all’obitorio di Los Angeles ,  è venuta a contatto con il corpo di Whitney.
LINDSAY LOHAN E IL CADAVERE DI WHITNEY HOUSTON –  Insomma è andata davvero così? Lindsay Lohan ha messo Whitney Houston in un sacco di plastica? . Nell’intervista pubblicata dal Telegraph l’attrice racconta:

“F’d up and inappropriate – because a lot of other people were meant to do it, and they were like: ‘No, they can’t handle it. Lohan can.’ It’s different for me than it would be for other people – like, no one would really have to work at the morgue in LA and roll a body bag for Whitney Houston.”

LINDSAY LOHAN E LA BUFALA DEL SACCO DI PLASTICA – Una storia davvero commovente non c’è che dire, ha solo un piccolo difetto. Non è vera. Infatti Linsay Lohan ha davvero eseguito lavori socialmente utili all’obitorio di Los Angeles in un periodo che va dall’ottobre 2011 a marzo 2012, mentre la Houston è morta nel febbraio 2012. La possibilità dunque che si siano trovate nella stanza, in quell’obitorio è reale. Ma c’è una dichiarazione pesante, quella del coroner che, in una dichiarazione a Tmz, afferma che Whitney Houston non è mai stata messa in un sacco di plastica nell’obitorio e che nessuno dei partecipanti al programma di lavori socialmente utili è mai venuto a contatto con il suo cadavere, compresa Lindsay Lohan. E quindi? Lindsay Lohan ci è o ci fa? Si è inventata una storia per far notizia sfruttando il corpo di Whitney? Oppure la sua memoria ha manipolato gli eventi creando un falso ricordo, un episodio che è successo solo nella sua mente?