Cronaca

Lei è Lorena Quaranta, sognava di diventare medico: Antonio De Pace, il fidanzato, l’ha strangolata

lorena quaranta strangolata antonio de pace

Lorena Quaranta è stata strangolata dal compagno Antonio De Pace a Furci Siculo, in provincia di Messina. A chiamare i carabinieri sarebbe stato lo stesso assassino. L’uomo, in stato confusionale, avrebbe avvertito i militari del gesto compiuto. L’inchiesta è coordinata dalla procura di Messina guidata da Maurizio de Lucia.

Lei è Lorena Quaranta, sognava di diventare medico: Antonio De Pace, il fidanzato, l’ha strangolata

La vittima si chiamava Lorena Quaranta, originaria di Favara (Ag) ed era iscritta alla facoltà di Medicina a Messina. Il compagno, anche lui studente di Medicina, che ha confessato il delitto, avvenuto al culmine di una lite violenta, è Antonio De Pace, calabrese di Vibo Valentia. Prima di chiamare i carabinieri avrebbe cercato di suicidarsi tagliandosi le vene, ma l’arrivo dei militari gli ha salvato la vita. Gli inquirenti lo stanno interrogando.

“In provincia di Messina è accaduto l’ennesimo femminicidio all’interno delle mura domestiche, dove l’emergenza Coronavirus ci impone di stare. Lorena Quaranta studiava medicina, è stata strangolata a morte dal suo convivente e fidanzato Antonio De Pace. Un dramma senza scusanti: queste relazioni non sono relazioni d’amore. Ci stringiamo in questo momento terribile alla famiglia di questa ragazza che aveva scelto di essere un medico e ripetiamo alle donne, senza sosta: denunciate, fate allontanare chi può farvi del male o in extrema ratio allontanatevi, anche con i vostri bambini. Il 1522 è a vostra disposizione, chiedete aiuto”. Lo dice la senatrice del Pd Valeria Valente, presidente della commissione Femminicidio.