WebstarZ

"Mi rubi l'iPhone? E io ti sfregio"

IPHONE sfregio

È accaduto a Roma nella notte appena trascorsa in un locale situato in zona Viminale. Gli agenti della Polizia di Stato hanno arrestato una 25enne domenicana che, poco prima, aveva colpito al volto con un coltello un tunisino di 24 anni procurandogli un vistoso taglio, suturato dai sanitari del pronto soccorso con ben 21 punti. L’intervento degli uomini del Commissariato Trevi ed Esquilino è scaturito da alcune telefonate al 113 che hanno segnalato un giovane ferito all’interno di un locale situato nei pressi della Stazione Termini.
UNO SFREGIO PER UNO SMARTPHONE – Subito le due pattuglie della Polizia di Stato si sono recate sul posto e, dopo aver richiesto l’intervento del 118, hanno individuato la ragazza che aveva ferito il tunisino. La donna, agli agenti che l’hanno bloccata, ha confermato di aver avuto poco prima una lite con il ferito, riferendo che l’uomo si era reso responsabile, qualche giorno prima, della sottrazione del suo smartphone. In compagnia di un amico, infatti, con la scusa di effettuare dei “selfie”, si era fatto consegnare il cellulare e se ne era andato senza restituirlo. Ieri sera l’incontro, la lite e la richiesta di restituzione del telefono, finita con il profondo taglio al volto dell’uomo. La donna, pertanto, è stata accompagnata presso gli uffici del Commissariato Viminale e, al termine, arrestata