Cronaca

Nina Moric condannata per aver chiamato “viados” Belen Rodriguez

belen e stefano nina moric 1

Alla fine ha ‘vinto’ Belen Rodriguez nell’eterna contesa che la divide da Nina Moric, con la quale ha in comune un ex amore, Fabrizio Corona. Il Tribunale di Milano ha condannato l’ex modella croata a una multa di 600 euro e al risarcimento di 2000 euro a favore della show girl nel processo in cui Moric era accusata di diffamazione per un’intervista al programma radiofonico ‘La Zanzara’ del 3 settembre 2015.

Nina Moric condannata per aver chiamato “viados” Belen Rodriguez

In quell’occasione, Moric confermò di avere definito Belen “viados” sui social, aggiungendo: “Non è la bella persona che tutti credono…perché quando si trattava di mio figlio girava per casa nuda…mio figlio ha avuto gli incubi da quando aveva 5 anni, lei mi minacciava di morte”. E’ stata accolta la richiesta della rappresentante della pubblica accusa che aveva sottolineato come l’offesa qui non riguardasse tanto la figura del “personaggio pubblico” ma toccasse “l’aspetto della vita privata della Rodriguez in quanto mamma”. L’avvocato Andrea Righi, che assiste la presentatrice televisiva, aveva chiesto un risarcimento piu’ alto di quello accordato (20 mila euro) e ha spiegato che i 2 mila euro ottenuti verranno destinati in beneficenza. Il legale della Moric, Solange Marchignoli, aveva invece chiesto l’assoluzione sostenendo che alla base della denuncia ci sia stato “un misunderstanding” nel senso che Belen avrebbe capito di essere accusata di molestie sessuali ai danni del figlio di Moric e Corona, quando in realtà si era limitata a riferirsi al fatto che Belen girasse nuda per casa.

nina moric belen trans 3

“Mi ha accusata di avere causato gravi danni al bambino quando io stavo con Fabrizio – aveva detto Belen in aula nella scorsa udienza – di girare nuda per casa, di dormire nuda con lui, facendo capire che lo molestavo sessualmente. Io e il bambino avevamo un bel rapporto anche se,quando veniva a casa mia e di Fabrizio, aveva paura a parlarmi, diceva che andavo a letto con tutti gli uomini. Erano cose che gli diceva la mamma, io cercavo di portarlo su altri discorsi e poi si scioglieva, era un bambino tranquillo. Sono una mamma – prosegue la show girl – so cosa vuol dire essere mamme e amare i propri figli, quando ricevi accuse cosi’ e’ normale essere condizionati”. In particolare, Belen si era sentita ferita nella reputazione dai messaggi su Instagram di suoi follower che commentavano l’intervista della Moric e dal fatto di essersi trovata “mille volte al bar a rispondere alla mamme che mi chiedevano conto delle sue affermazioni”. Nessuna delle due donne era presente alla sentenza, motivazioni tra 45 giorni.

nina moric belen trans 1