Apertura

Noemi Durini: il fidanzato indagato per omicidio volontario

FIDANZATO DI NOEMI DURINI noemi durini fidanzato indagato

Il fidanzatino 17enne di Noemi Durini, la sedicenne scomparsa da Specchia (Lecce) il 3 settembre scorso, è indagato per omicidio volontario. L’iscrizione del suo nome nel registro degli indagati è stata disposta dalla Procura per i minorenni di Lecce per permettere l’esecuzione di accertamenti utili alle indagini.
L’iscrizione del nome del 17enne nel registro degli indagati per omicidio volontario è stata disposta dopo l’analisi delle dichiarazioni rese dal minorenne ai carabinieri dopo la scomparsa di Noemi e sulla base degli elementi finora raccolti dagli investigatori, coordinati dal pm del Tribunale per i minorenni Anna Carbonara.
Più volte interrogato dopo la scomparsa della giovane, il fidanzatino ha fornito dichiarazioni contraddittorie. Inoltre – si apprende da fonti inquirenti – si è deciso di ipotizzare il reato più grave di omicidio volontario rispetto alla prima ipotesi (contro ignoti) di sequestro di persona, perché vi è la necessità investigativa di procedere ad accertamenti tecnici invasivi


NOEMI DURINI: L’AUTO DEL FIDANZATO E IL SANGUE CHE NON C’È – Non sono state rilevate né tracce di sangue né altri elementi che possano far pensare ad un evento violento sulla Fiat 500 a bordo della quale, all’alba del 3 settembre, si trovava, in compagnia del fidanzato 17enne, Noemi Durini, la sedicenne scomparsa da Specchia. La certezza che i due fossero sull’auto poche ore prima della scomparsa della giovane arriva dalle riprese di una telecamera di sicurezza di un’abitazione di Specchia.
L’auto, di proprietà della famiglia del ragazzo, è da giorni sotto sequestro su disposizione della magistratura che indaga contro ignoti per sequestro di persona. Il fascicolo già da oggi potrebbe contenere i nomi di alcuni indagati ai quali sarà notificato l’avviso per gli esami tecnici irripetibili. Stamani nel palazzo di Giustizia di Lecce è previsto un nuovo incontro tra i due pm (della procura ordinaria e di quella per i minori) che seguono il caso e che dovranno decidere anche sulle prime iscrizioni nel registro degli indagati.
Alle 12:30 in prefettura è fissato un tavolo tecnico di coordinamento per le ricerche che proseguono tra Specchia, Alessano (dove vive la famiglia del fidanzato) e il Capo di Leuca. Alle 13:30 si terrà, sempre in Prefettura, una conferenza stampa dei famigliari di Noemi che avevano un rapporto conflittuale con il 17enne. Qualche tempo fa la mamma di Noemi aveva segnalato alla magistratura minorile il ragazzino a causa del suo comportamento violento. Per questo motivo erano sorti accesi contrasti tra le due famiglie.

Leggi anche: Noemi Durini, cosa sa il fidanzato sulla scomparsa della sedicenne di Lecce?