WebstarZ

Le prostitute minorenni vendute per mille euro a notte a Milano

baby prostitute

Un giro di prostituzione minorile alimentato da un pr quarantenne è stato scoperto a Milano dai carabinieri, che hanno messo sotto accusa Silvio Polinelli, PR meneghino: sei mesi fa le forze dell’ordine hanno cominciato a lavorare sulle dichiarazioni della responsabile di una comunità per minori in difficoltà, dove un’ospite ha sul cellulare messaggi che parlano di incontri sessuali a pagamento:

Intercettazioni e pedinamenti risalgono così da due ragazze di 16 e 17 anni a una terza minorenne, e da costei a un uomo che sembra essere il punto di riferimento per tutta una clientela danarosa a perenne caccia di giovani escort disposte a prostituirsi. Le dinamiche tra le ragazze e Silvio Polinelli — un «pr» 40enne che si muove in quella zona ibrida nella quale non si capisce più dove finisca l’agente di «ragazze immagine» e dove invece cominci il facilitatore di prostituzione — sono fluidi: a volte sembra essere lui a spingerle, a volte invece sembrano essere loro a chiedergli come guadagnare soldi in fretta. Fatto sta che della tariffa degli incontri combinati, da 500 a 1.000 euro per notte, spesso in centrali alberghi di lusso come il «Principe di Savoia» e a volte in case, circa il 60% andava alle ragazze e il resto all’uomo che adesso, difeso dall’avvocato Marco De Giorgio, darà la propria versione nell’imminente interrogatorio di garanzia.

Si parla anche di un book di foto da scegliere:

Intanto le indagini del pm Cristian Barilli, che ha chiesto l’arresto disposto dal gip Vincenzo Tutinelli, proseguiranno per mettere a fuoco il giro di prostituzione e per verificare sei clienti (tra i quali negli atti si intuiscono professionisti, imprenditori,chirurghi) fossero consapevoli della minore età di alcune delle prostitute: taluni interrogatori, infatti, vertono su un album di 20 foto di clienti mostrati alle minorenni per vedere se siano in grado di far identificare i clienti.