WebstarZ

La ragazza con la milza spappolata per le botte del fidanzato

milza spappolata ragazza nigeriana

Una ragazza nigeriana di 25 anni è ricoverata con prognosi riservata all’ospedale Vito Fazzi di Lecce, dopo essere stata presa a botte dal fidanzato. Durante una banale lite l’uomo ha picchiato selvaggiamente la fidanzata con calci e pugni provocandole lo spappolamento della milza, del fegato e del surrene. Per questo il 31enne James Eboigbe, anche lui nigeriano e residente a Napoli, è stato arrestato a Lecce dalla polizia. La vittima dell’aggressione è una nigeriana 25enne, con regolare permesso di soggiorno. La donna nella notte è stata sottoposta ad un delicato intervento chirurgico. Secondo le indagini, sarebbe stata picchiata perché si era rifiutata di lasciare al fidanzato le chiavi dell’appartamento. La donna, malgrado le lesioni, è riuscita ad allertare la polizia ed ha raggiunto l’ospedale a bordo di un’ambulanza.
JAMES EBOIGBE E LA RAGAZZA CON LA MILZA SPAPPOLATA – I poliziotti hanno fatto appena in tempo ad acquisire la denuncia e a farsi dare le generalità del fidanzato e l’indirizzo di casa, poi la donna è stata ricoverata d’urgenza in prognosi riservata avendo riportato lo spappolamento della milza, del fegato e del surrene. Poco dopo Eboigbe è stato fermato mentre stava arrivando al pronto soccorso, probabilmente per sincerarsi delle condizioni di salute della donna. Gli agenti lo hanno fermato e identificato. All’interno di una tasca aveva ancora le chiavi dell’appartamento. Anche alcuni vicini che avevano udito le urla della ragazza, hanno confermato di aver visto allontanarsi un ragazzo di colore dalla casa della vittima.
LA RAGAZZA CON LA MILZA SPAPPOLATA COME ROSARIA APREA – Il caso ricorda quello di Rosaria Aprea, la miss ridotta in fin di vita dal fidanzato:

La ventenne era stata ricoverata d’urgenza nell’Azienda ospedaliera di Caserta: i medici le avevano asportato la milza dopo i calci e i pugni ricevuti da Antonio Caliendo, suo fidanzato e padre del suo bambino di un anno. La giovane era arrivata in ospedale in fin di vita ed era stata sottoposta a due interventi chirurgici.