Costume

"La morte di Fabrizio Frizzi mi ha devastato"

Rita Dalla Chiesa Fabrizio Frizzi

Rita Dalla Chiesa, intervistata su Libero, torna a parlare di Fabrizio Frizzi. La conduttrice era stata molto criticata sui social per il suo atteggiamento ritenuto troppo vistoso rispetto al dolore nascosto dell’attuale moglie di Frizzi, Carlotta Mantovan (leggi qui).

“La morte di Fabrizio Frizzi mi ha devastato”

Spiega Rita Dalla Chiesa:

Come sta affrontando l’ultimo lutto subito e cosa pensa dell’omaggio collettivo a Frizzi?
«Non riesco ad essere ipocrita. Pur nel massimo rispetto e affetto per una moglie che è rimasta sola con una bambina e per il suo grandissimo dolore, devo riconoscere che la scomparsa di Fabrizio mi ha devastata. Troppa vita insieme, troppi anni di reciproci impegni di lavori condivisi, lui in Rai e io in Mediaset, troppa complicità e tanta allegria. Anche dopo,anche quando si è innamorato di Carlotta.
E io mi sono resa subito conto che era la persona giusta per lui: bella, discreta, mai invadente, defilata, alla larga dai paparazzi; gli ha regalato il suo più grande amore, sua figlia Stella. Non riesco ad aggiungere altro. Tranne che l’immenso amore che gli è stato dimostrato, dopo che se ne è andato, è stata la gratitudine di chi non si è mai sentito tradito da un “ragazzo” così per bene»

La Dalla Chiesa, che aveva ricordato Frizzi a Amici 17, era stata accusata di mettersi troppo in primo piano rispetto al suo ruolo. Rita è stata la moglie di Fabrizio per dieci anni, ma lui ormai si era rifatto una vita con Carlotta Mantovan. E prima al Maurizio Costanzo Show (leggi qui) e poi su Facebook aveva risposto alle critiche spiegando il rapporto che la lega alla Mantovan:

“Mi spiace solo una cosa. Che l’odio, la cattiveria e i pregiudizi che lastricano la strada di alcune persone, facciano perdere di vista dei valori che vanno sempre salvati”, ha scritto l’ex conduttrice di Forum su Facebook.
“Prima di tutto – ha aggiunto – il rispetto per delle persone, in questo caso Carlotta e io, che ci siamo sempre considerate una famiglia. E vorrei ricordare a queste ‘poverette mentali’ che mia figlia Giulia è stata cresciuta da Fabrizio. Quindi, silenzio!”