Apertura

Rocco Siffredi: "il canna gate è successo anche nella mia Isola e in quella di Malena"

rocco siffredi canna gate

La scorsa settimana l’ex naufraga Giulia Calcaterra aveva dichiarato a Striscia la Notizia che anche durante la sua isola girava marijuana tra i concorrenti (leggi qui). A confermare le parole di Giulia è stato Rocco Siffredi in un’intervista rilasciata a Leggo. L’ex porno attore però si schiera dalla parte di Francesco Monte.

Rocco Siffredi: “il canna gate è successo anche nella mia Isola e in quella di Malena”

Mi dispiace per Eva e soprattutto per Francesco. Eva sembra essere rimasta indietro di mille anni e Francesco poteva vivere un’esperienza bellissima che invece è stata rovinata. E’ un ragazzo giovane e di grande personalità e per una stronzata ha perso tutto. Perché credetemi il canna gate è successo anche nella mia Isola e in quella di Malena, ma anche nelle altre. Mai nessuno però ha parlato di uno spinello in diretta tv. Ma davvero stiamo polemizzando su uno spinello? La cannabis è legale in metà mondo, è stato montato un caso inutilmente. Ripeto, mi dispiace molto per Eva che sembra essere rimasta indietro di trent’anni.

Rocco, concorrente nel 2016 e guest star nel 2017, ammette che tornerebbe sull’Isola anche ora per rifare nuovamente l’esperienza del naufrago senza nessun agio e comodità.

Io con Valeria ci tornerei subito in Honduras, almeno scaldiamo quest’edizione. Scherzi a parte l’Isola è terapeutica, io ci tornerei pure gratis, dovremmo farlo tutti almeno una volta all’anno. Sei lontano dallo stress, completamente immerso nella natura e questo Valeria lo sa benissimo e fa bene a tornarci

Il famoso attore porno ha anche affermato che sarebbe impossibile arrivare a fare sesso sull’Isola, in quanto la fame e la stanchezza lo renderebbero troppo difficile.

Ragazzi sono tutte chiacchiere. Vi assicuro che non funziona niente, siamo completamente a digiuno. Di questa edizione non posso parlare perché non c’ero ma sulla mia Isola c’è stato qualche flirt soft, ma parliamo di abbracci, nessuno si è svegliato la mattina con il viso contento. L’unico fuoco era quello che ci riscaldava