WebstarZ

Rodrigo: il ragazzo pugnalato alla nuca perché è gay VIDEO

rodrigo

Rodrigo Mariano Miguel è un ragazzo brasiliano di 33 anni, e vive a São Bernardo do Campo. Il 10 marzo stava tornando dal supermercato, e mentre aspettava l’ascensore nel suo palazzo è stato pugnalato alla nuca da un suo vicino di casa, Wanderson Pacheco de Oliveira, solo perché è gay. “Così ti impari a non essere un vero uomo. E ora morirai” gli ha detto mentre lo colpiva alle spalle. L’aggressore è stato trattenuto per lesioni personali, ma è stato rilasciato il giorno successivo. Quando il ragazzo è stato portato all’ospedale per essere ricoverato, i dottori che lo hanno curato hanno spiegato che era rimasto quasi paralizzato dopo l’aggressione. Dopo una settimana Rodrigo è stato dimesso dall’ospedale.

RODRIGO E LE MINACCE OMOFOBE DI WANDERSON – Rodrigo ha scoperto solo dopo l’operazione che Wanderson era stato già liberato. L’ingegnere ha rivelato che le provocazioni erano cominciate già a novembre, nel condominio dove vivevano entrambi. Wanderson, il vicino del ragazzo aggredito, mandava minacce omofobe a Rodrigo, urlandogli contro appellativi come “checca” e “frocio”. Wanderson viveva con la sua ragazza Adriana Ferreira dal Costa con cui aveva litigi continui. Ogni giorno Rodrigo li sentiva litigare furiosamente per qualcosa di diverso. E quel giorno, pochi attimi dell’aggressione non era cambiato proprio nulla, infatti la coppia stava litigando proprio in quel momento, mentre l’ingegnere ancora ignaro di quello che stava per succedere aspettava tranquillamente l’ascensore per tornare a casa con le buste della spesa. “Appena sono passato davanti la coppia, ho sentito lei chiedergli se fosse quello che voleva fare.” Rodrigo non sapeva di cosa stessero parlando, ma non si era posto troppe domande e continuava a farsi gli affari suoi. “Wanderson le disse di sì dirigendosi verso la mia direzione e sferrandomi un colpo alla nuca” racconta Rodrigo. E ora Wanderson è sparito. Né l’aggressore né la ragazza sono stati più visti, nessuno sa dove sia possibile trovarli da quando i due si sono allontanati da casa l’11 marzo senza lasciare alcun contatto.

Guarda il video dell’aggressione omofoba di Wanderson a Rodrigo: