PopStarZ

Chi ha incastrato Sara Tommasi con un falso tweet contro Pino Daniele?

sara tommasi pino daniele

Sara Tommasi, di recente coinvolta in un epic fail contro i napoletani su Twitter, (leggi qui tutta la storia) questa volta è innocente. Il tweet con cui irride Pino Daniele, che sta facendo arrabbiare i fan, e che rimbalza di account in account è falso. Ma iniziamo dal principio. La showgirl è accusata di aver scritto questa frase, offensiva, e in qualche modo plausibile visto il recente attacco contro la città di Napoli e la “monnezza”:
 
sara tommasi pino daniele
 
La Tommasi si tira subito indietro:

Naturalmente, come chi grida al lupo al lupo, non viene creduta, ma sommersa da insulti:


E lei contrattacca:

E si difende facendo notare che il tweet incriminato “non ha il bollino blu” quello che certifica l’autenticità dell’account del proprietario:


Questa volta Sara Tommasi ha ragione, è rimasta vittima di uno scherzo che in altre occasioni ha colpito personaggi considerati “più affidabili”, come Laura Boldrini ad esempio, che fu al centro delle polemiche per un tweet (falso) condiviso da Beppe Grillo sulla sua bacheca Facebook :
 
sara tommasi pino daniele 1
 
Come è possibile? Come spiega Skytg24:

C’è il generatore di falsi tweet. Ma anche quello di profili Facebook, di conversazioni sull’iPhone e di domande e risposte su Yahoo! Answers. Il gioco è semplice: basta andare su questi siti, scegliere un nome utente, inserire un messaggio, e via, il sistema crea all’istante uno screenshot falso, pronto per essere condiviso. A seconda del servizio che si usa, l’immagine può essere personalizzata con più o meno dettagli: il numero di retweet o like che avrebbe già ricevuto, l’immagine del profilo, la data e l’orario in cui è stato pubblicato. Quest’ultimo dato è uno dei più importanti, perché questi strumenti vengono utilizzati proprio per far credere che un aggiornamento di Facebook o di Twitter sia stato cancellato dall’autore, dopo essersi reso conto di aver esagerato con i toni o averla sparata grossa.

Ma i generatori non possono riprodurre il certificato di autenticità, ed è questo il dettaglio che salva la Tommasi dall’ombra di aver detto una stupidaggine e di averla poi cancellata una volta resasi conto di quali sarebbero potute essere le conseguenze.
 

Guarda i Tweet su Sara Tommasi