Apertura

Selvaggia Lucarelli e "quell’omuncolo" di Raffaele Sollecito

selvaggia lucarelli raffaele sollecito

Selvaggia Lucarelli alla guerra contro i “gruppi anti-donne” oggi sul Fatto Quotidiano sceglie una vittima eccellente: Raffaele Sollecito, assolto per l’omicidio di Meredith Kercher, ma colpevole di far parte di Pastorizia Never Dies:

Sganasciamoci insieme a Raffy e ai membri di Pastorizia Never dies, alla faccia di Meredith e a quella poveretta di sua madre che non solo non ha il privilegio di avere una sentenza cristallina (la Cassazione dice che non è stato possibile arrivare alla verità su Amanda e Raffaele, néi n un senso né nell’altro), ma neppure la fortuna di trovare un po’ di umanità da parte di questo omuncolo che se non l’ha fatta franca, l’ha fatta comunque sporca continuando a speculare sul caso, a cercare attenzione, a elemosinare visibilità, anziché scegliere un rispettoso silenzio.

Non stiamo a discutere di quanto e come sia simpatico Raffaele Sollecito mentre fa battute con gli altri fan del gruppo. A me non sta simpatico. Forse neanche a voi. Ma cerchiamo piuttosto di concentrarci sul concetto che la Lucarelli porta avanti. La partecipazione a Pastorizia never dies e le battute di Raffaele rappresentano un torto alla mamma di Meredith. Sollecito se non fosse un “omuncolo” si dovrebbe ritirare in un rispettoso silenzio.
Magari in un eremo. E perché? Ha forse un diritto di meno degli altri cittadini italiani? Il corto circuito mentale ricorda un po’ quello secondo cui se si aiutano gli immigrati si fa un torto ai terremotati. Indovinate chi l’ha detto?
Seguono le battute di Raffaele Sollecito. A me non fanno ridere. Ma questo c’entra davvero qualcosa?

Eccole qui le sue folgoranti battute. Tale Denis scrive:“Maestro mi insegni come si cancellano le tracce di un delitto che ho due cose da risolvere?”. Raffy Sollecito risponde: “Semplice. Ci caghi sopra enessuno si avvicina!” (nella casa di Perugia furono trovate delle feci in bagno). Giulia gli scrive di non essere crudele quando la ucciderà e Raffy risponde: “Non ti preoccupare, sarò gentile e indolore”. E giù con gli “idolooooo” “ahahaha” “grandeeee ”. Peccato che gliassassini di Meredith non siano stati altrettanto gentili, visto che l’hanno sgozzata come un animale al macello

Battute su Amanda, battute su Guede, battute ovunque. Pesanti, antipatiche, quello che vi pare. Ma Sollecito è un uomo innocente e libero. Libero anche di essere uno stronzo. Usare i particolari della sua vicenda giudiziaria per esprimere un giudizio morale è una cosa facile, come sparare sulla Croce Rossa:

Andava con la fidanzata a comprare mutande col corpo ancora caldo di Meredith, figuriamoci se non può raccontare barzellette su Meredith a corpo ormai freddo. Lasciamolo giocare. Ha trovato il posto giusto. La compagnia giusta.