Costume

Il catfight a distanza tra Selvaggia Lucarelli e Barbara D’Urso

selvaggia lucarelli barvbara d'urso luigi favoloso

Da quando Luigi Favoloso è stato squalificato dal Gf15 per la sua maglietta contro Selvaggia Lucarelli (leggi qui) la giornalista del Fatto ha lanciato la sua fatwa contro Barbara D’Urso e la “falsa difesa delle donne”. Ieri la battaglia è andata in onda contemporaneamente su Rai 1 e Canale 5. Ecco cosa è successo

Il catfight a distanza tra Selvaggia Lucarelli e Barbara D’Urso

 

Selvaggia Lucarelli, ospite di Cristina Parodi a Domenica in, ha spiegato le sue ragioni e indica quali sarebbero i torti della D’Urso nella gestione del caso Favoloso. Prima ha raccontato come si è data una spiegazione per l’episodio della maglietta:

Perché l’abbia fatto non lo so. L’ho scoperto da un personaggio della casa, ma non mi ha stupito. Mi ha stupito che entrasse al GF. Si sa che l’intrattenimento non prevede Dulbecco e Margherita Hack nella casa, ma ci sono dei limiti. Conoscendo i pregressi, visto che fa parte di gruppi sessisti in cui l’apologia divertita dello stupro è il black humor, ma quello va saputo fare.

Poi la Lucarelli ha ipotizzato che l’azione contro di lei sia stata attuata perché l’ex fidanzato di Nina Moric è stato avvertito dell’attacco di Selvaggia al Gf15 e in particolare agli episodi di violenza contro le donne (leggi qui):

Poi magari non so se qualche autore gli ha rivelato che stava succedendo qualcosa e quindi lui ha voluto fare questa azione con la maglietta. Il problema con il personaggio lo risolverò nelle sedi opportune.

Infine Selvaggia ha spiegato cosa pensa di come Barbara D’Urso ha dipanato la questione:

Quello che mi ha stupito è che una conduttrice (e non facciamo nomi e mi assumo la responsabilità di quello che dico) non l’abbia sbattuto fuori seduta stante. Secondo me non si doveva aspettare la diretta, ma bisognava buttarlo fuori senza spiegazioni. Invece gli è stato dato molto spazio anche in apertura di trasmissione, quindi facendo finta di nulla per una parte della puntata, poi arrivando al punto e reinvitandolo all’interno dello studio e dandogli ulteriore spazio – continua – Allora io mi domando, se a scuola succede che un ragazzino tira un astuccio in faccia ad un ragazzino, la maestra lo invita alla cattedra e gli fa recitarela poesia di natale e poi lo manda a casa oppure lo manda a casa senza troppi complimenti?

Io posso non esserle simpatica, questo succede ed è assolutamente comprensibile, non chiedo di esserle simpatica, lei non è simpatica a me. Però se qualcuno in un mio contenitore offendesse lei, per me quella persona è fuori. Ci sono delle persone che hanno scritto delle cose su di lei e che io ho dovuto cancellare delle cose su persone che non sopporto. Quel registro non è accettabile. Quello visto è un segnale molto negativo, tanto più che arriva da una persona che dice di essere a favore delle donne. Bisogna essere coerenti nella vita, non si abbandona la lotta a seconda degli ascolti.

Da parte sua Barbara D’Urso invece ha difeso la sua scelta di portare Luigi Favoloso in studio a Domenica Live:

“Durante i reality possono succedere delle cose, come a Predolin e Clemente Russo. L’importante è essere puniti e chiedere scusa. Quindi quando chiedono scusa si possono riabilitare, lo si fa anche con chi va in galera. Noi quindi dobbiamo farlo anche con Luigi Favoloso”

“Se si dovessero eliminare tutte le persone che offendono pesantemente le donne e che vengono condannate in sede penale, magari prendono dei mesi di carcere, eppure non chiedono scusa. Bene, la lista di quelli eliminati dalla tv sarebbe lunghissima e invece continuano a starci”.