SexyStarZ

«Con lui sesso animale, contro natura»

“Era un rapporto animale, contro natura”: lo ha detto una ex prostituta parlando dei rapporti sessuali con Dominique Strauss-Kahn durante il processo attualmente in corso a Lille. “Non avevo l’abitudine di quelle pratiche”, ha continuato la prostituta. “Piangevo e dicevo che mi faceva male ma ero consenziente, avevo bisogno di quei soldi”, continua.
STRAUSS KAHN, IL SESSO ANIMALE – Nel giorno clou del processo per sfruttamento della prostituzione a carico dell’ex capo del Fondo Monetario Internazionale Dominque Strauss-Kahn entrano in scena le Femen. tre ragazze a seno nudo si sono piazzate sul tetto della vettura che sta ha appena portato Dsk in tribunale. Con slogan disegnati direttamente sul corpo e facendosi sentire con grida e insulti le tre ragazze sono saltate sulla vettura prima di essere fatte sloggiare dalla polizia. Mentre ieri un’ex prostituta ha raccontato ai giudici come è stata scelta per partecipare a un’orgia con Dominique Strauss-Kahn, il tribunale di Lilla, che sta conducendo un esplosivo processo per sfruttamento della prostituzione, si prepara ad ascoltare in aula da oggi l’ex numero uno del Fondo monetario internazionale, promettente candidato in pectore socialista alle presidenziali francesi finchè le accuse di violenza sessuale avanzate nel 2011 da una cameriera di un hotel di New York non ne travolsero la carriera. Il ruolo dell’economista 65enne nel giro di squillo è già emerso più volte nel corso del procedimento aperto lunedì scorso. Strauss-Kahn è alla sbarra a Lilla, nel nord della Francia, per sfruttamento aggravato delle prostituzione insieme ad altri 13 imputati, per una vicenda in cui un gruppo di amici con ottimi contatti sono accusati di aver presentato l’uno all’altro prostitute e di aver organizzati festini. Dsk, come è noto in Francia, ha ammesso di aver partecipato alle orge organizzate dagli amici, ma nega di aver saputo che le donne che gli offrivano i loro favori fossero professioniste.
COSA RISCHIA STRAUSS-KAHN – L’accusa vuole dimostrare che gli incontri erano organizzati su suo ordine e che chiese agli amici di portare prostitute nelle serate che si tenevano a Parigi, Bruxelles e Washington. Strauss-Kahn rischia fino a dieci anni di carcere e una multa fino a 1,5 milioni di euro. Una delle ex prostitute che l’uomo dovrà affrontare nell’aula del processo, Mounia, ha rivelato ieri di essere stata scelta da uno degli imprenditori che organizzava le orge, David Roquet. “Il rapporto sessuale che doveva avere era con Dominique Strauss-Kahn?” ha chiesto il presidente del tribunale Bernard Lemaire. “Sì” ha detto Mounia. Roquet “mi disse che era venuto a a vedere se potevo piacere a quest’uomo”. Roquet, accusato anche di aver addebitato alla sua società le spese sostenute per i festini a luci rosse, ha detto che contava di beneficiare de suo legame con un uomo che avrebbe potuto diventare il prossimo presidente francese. “Per me l’obiettivo era professionale. Direi che erano incontri di lavoro” ha detto Roquet, che ha sostenuto la versione di Dsk che non sapeva che le donne fossero erano pagate. Secondo Roquet alle prostitute veniva detto della “presenza di un politico di alto livello e che dovevano essere discrete”.