Spettacolo

Silvio Muccino smette di fare l’attore (ma era tutta una bufala)

silvio muccino

La notizia arriva dal settimanale Chi. Silvio Muccino ha deciso di abbandonare la carriera di attore cinematografico dopo aver girato moltissimi film di successo. A favore di cosa? A 37 anni l’attore ha deciso di seguire un altro suo sogno, oltre quello di fare l’attore. Nello specifico ha aperto un’attività propria in Umbria. Di che cosa si tratta?

Silvio Muccino lascia il cinema per fare…il falegname? No!

Silvio Muccino come Di Battista: il secondo ha archiviato (per ora) la carriera di politico a favore dell’arte di manipolare il legno e il primo ha aperto un mobilificio artigianale in Umbria! Silvio Muccino è diventato falegname, quindi. Dopo una lunga carriera nel mondo del cinema Silvio Muccino ha scelto uno stile di vita più tranquillo stando a quanto afferma il settimanale Chi. Non è un addio certo al cinema, quello di Muccino, ma sicuramente una pausa per realizzare un altro sogno. Il fratello del regista Gabriele ha deciso di non impegnarsi in nessun nuovo progetto cinematografico o televisivo, per ora, e di dedicarsi a una nuova attività. Il mobilificio, che vende prodotti per la casa lavorati dallo stesso Muccino Jr., starebbe avendo successo a livello commerciale. La notizia succosa è stata però smentita dalla sua agenzia: si tratta di una fake news.

Silvio Muccino: carriera cinematografica

Ricordiamo  però i maggiori successi di Silvio Muccino al cinema: “L’ultimo bacio”, “Manuale d’amore”, “Il mio miglior nemico” e “Ricordati di me”. Questi sono solo alcuni dei film di successo a cui l’attore a partecipato. L’ultimo, in ordine temporale, è stato “The Place” di Paolo Genovese, uscito nei cinema ormai due anni fa. Non solo attore, Silvio Muccino, ma ha seguito le orme del fratello nell’ambito della regia; Silvio ha infatti anche diretto tre film, “Parlami d’amore nel 2008”, “Un altro mondo” nel 2010 e “Le leggi del desiderio” nel 2015.