Cronaca

La studentessa stuprata in classe

stuprata classe parma stuprata vasto VIOLENZA SESSUALE 1

Una studentessa di 18 anni di un istituto superiore di Parma ha denunciato un compagno di scuola, di 19 anni, per violenza sessuale. L’episodio si sarebbe consumato lunedì intorno alle 12 in aula, alle presenza di altri due ragazzi.

Leggi anche:Gli sms con cui gli stupratori minacciavano la ragazzina di Vasto

La studentessa stuprata in classe

Repubblica racconta la storia:

Ha avuto la forza di superare lo shock e andare da sola a denunciare quanto le era capitato nella scuola che frequenta da cinque anni. Ai carabinieri del comando di Parma ha raccontato di avere subito violenza sessuale da parte di un compagno più grande di un anno iscritto in un’altra sezione. «Mi ha stretto il collo con la mano sinistra spingendomi contro il muro, cercando di baciarmi. Ero terrorizzata, con la mano cercavo di bloccarlo. Continuavo a digli di fermarsi, di togliermi le mani di dosso».

Prima le avrebbe preso il telefonino, sembrava uno scherzo fra ragazzi. Dopo venti angoscianti minuti, il giovane si è fermato, l’ha liberata e se n’è andato. Tutto sarebbe successo durante l’orario scolastico in un’aula dell’istituto tecnico Bodoni alla presenza di altri due studenti che non sono intervenuti per difendere la ragazza. E questo è un aspetto della vicenda che aumenta il dolore e lo sconcerto della 18enne e della sua famiglia.

«Avrebbero potuto fare qualcosa, intervenire, chiedere aiuto. Invece non hanno fatto nulla» si è sfogata la madre. La preside si è detta “allibita” e come i carabinieri — che hanno confermato l’esistenza della denuncia — sta cercando di ricostuire quanto accaduto per prendere tutti i provvedimenti del caso: «La nostra scuola — ricorda — è sempre stata in prima linea nel portare avanti i valori di rispetto e tutela delle persone».