WebstarZ

L'uomo che tenta uno stupro e viene castrato dalla folla con una mannaia

STUPRO

Arriva dall’India la storia che oggi ci racconta Dailymail: dopo un tentativo di stupro un uomo è stato praticamente linciato dalla folla. Preso e portato in una macelleria è stato picchiato per un’ora con dei bastoni per poi essere castrato con una mannaia. Al momento, è in ospedale in condizioni critiche. Ecco tutta la storia.
LO STUPRO: IL TENTATIVO – Ganganagar, India nord occidentale. Suresh Kumar, quarentenne, tenta di stuprare una ragazza giovanissima bloccandola contro un muro. Purtroppo, l’India non è nuova ad episodi del genere e il rischio di violenza è ormai un problema sociale. E, esasperata, la folla in strada ha deciso di farsi giustizia da sola, portando l’uomo in una macelleria. Cosa gli hanno fatto?
 

Guarda le foto di Kumar: dopo il tentato stupro, ecco com’è ridotto:


LO STUPRO: LA FOLLA INFEROCITA – Lo stupratore ha rischiato il linciaggio. Prima è stato picchiato per più di un’ora con dei bastoni e poi la folla ha compiuto un gesto estremo: presa una mannaia, è stato castrato sul posto. I genitali evirati sono stati poi gettati in strada, in mezzo agli altri rifiuti della macelleria. Poco lontano è stato anche abbandonato Kumar, sanguinante e privo di forze, al momento è in ospedale in condizioni critiche. Anche la ragazza, sotto shock, è sotto osservazione: riceverà il supporto psicologico adeguato per superare il trauma.
LO STUPRO: L’INTERVENTO DELLA POLIZIA – Sebbene la polizia capisca in che stato d’animo si trovi la popolazione indiana, sostiene che farsi giustizia da soli è sempre sbagliato e invita i responsabili dell’accaduto a farsi avanti. Il portavoce delle forze dell’ordine, Aamir Dhawan, non manca di notare come la folla non abbia solo punito uno stupratore, ma abbia preventivamente intimidito potenziali emulatori. “È questo il trattamento che riserviamo a quelli come lui”, hanno voluto affermare. Infatti, nonostante le urla, nessuno è intervenuto in soccorso di Kumar: sapevano che era stato punito per un reato sessuale. Non è però la prima volta che il popolo indiano, esasperato, opta per la giustizia fai da te. Forse, sarebbe ora di prendere altri provvedimenti.