Foto

Tette per la scienza contro i tagli alla ricerca

TETTE PER LA SCIENZA

L’atteggiamento dell’italiano medio nei confronti della scienza farebbe impallidire una scimmia allo zoo, tra ignoranza, diffidenza e una spiccata propensione a credere in qualsiasi bufala. E certamente i continui tagli alla ricerca non migliorano la situazione. Come convincere il governo a cambiare rotta? Dove non può la Ragione, possono le Puppe, e così nasce Tette per la scienza, un irriverente blog Tumblr nato affinché anche la gente comune conosca determinati argomenti scientifici: chi non guarderebbe una foto di un paio di tette in bella vista? E a questo punto, leggerà anche il cartello.
TETTE PER LA SCIENZA
 
TETTE PER LA SCIENZA: LO SAPEVI CHE…- Sai cosa contiene realmente una medicina omeopatica, quali sono le ragioni per cui ti ostini ad affermare che l’omosessualità è contro natura e che i tuoi contatti di Facebook continuano a condividere stupidaggini che non capiscono per via della loro difficoltà ad interpretare i testi? Le scienziate ci informano che:

Dati di un’indagine OCSE del 2013 rivelano come quasi la metà degli italiani, pur sapendo leggere e scrivere, non sia in grado di interpretare correttamente un testo, delle istruzioni mediamente complesse o dei grafici e faccia fatica a utilizzare la tecnologia in modo utile. In poche parole queste persone non sono in grado di ragionare e di interpretare la realtà correttamente, mancando anche della capacità di astrazione necessaria a comprendere una situazione estranea a loro stessi e a pensare lungo una prospettiva di lungo periodo.

Per questo motivo hanno scelto di combattere con l’ignoranza con ogni mezzo, compreso l’utilizzo del proprio corpo. Magari, a forza di sbavare sulle loro tette, qualcuno si accorgerà degli enormi danno che fanno i continui tagli alla ricerca.
TETTE PER LA SCIENZA
 
 
TETTE PER LA SCIENZA: VORRESTI CONOSCERLE? – Ti sei chiesto chi siano queste scienziate e vorresti il loro numero? Sei sulla cattiva strada. Loro sono per la ricerca, quindi impegnati e trovatelo da solo. Al di là degli scherzi, Silvia Bencivelli ci tiene a far sapere che, sebbene siano state usate delle citazioni che le appartengono, nessuna di quelle tette le appartiene. Se continui così e provi ad andare per esclusione, vedrai che prima o poi riuscirai a contattarle. Forse.

Guarda tutte le tette per la scienza! Più foto qui: