WebstarZ

Il turista che cerca di spedire pezzi di bambino via posta

turista che fa a pezzi un bambino

La storia la racconta KWChannel suo sito: un turista americano ha cercato di spedire parti del corpo di un bambino negli USA, prima di essere scoperto dalla compagnia di navigazione che doveva effettuare la consegna e che ha avvertito la polizia thailandese. Non è la prima volta che accade, racconta il quotidiano: nel 2010 più di duemila feti abortiti illegalmente sono stati trovati in un tempio buddista a Bangkok.
I PEZZI DI CORPO MANDATI PER POSTA – La polizia thailandese racconta di aver ricevuto una telefonata dallo spedizioniere DHL della provincia di Pathum Thani, alla periferia di Bangkok, sabato scorso. Gli spedizionieri hanno scoperto parti del corpo di un bambino all’interno dei pacchi mentre controllavano le spedizioni prima della consegna. Una delle scatole conteneva un cranio, altre organi interni e alcuni pezzi di pelle umana. Il medico legale ha constatato che le parti umane erano state chiuse in sacchetti di plastica e conservati nella formaldeide. «Abbiamo parlato con un americano indiziato di aver consegnato i pacchi al corriere, ma non siamo sicuri di avere abbastanza prove per incriminarlo», ha detto il colonnello Adisorn Semsawat, capo della stazione di polizia di Bang Pongpang.
I RITI DELLA MAGIA NERA SOTTO LA LENTE – L’americano ha detto di aver comprato le sezioni di corpo in un mercato notturno a Bangkok, e di averle pagate un centinaio di dollari, ma non si ricorda dove si trova il mercato. Il nome non è ancora stato divulgato perché l’uomo non è stato formalmente accusato. Secondo l’articolo non è raro che parti di corpi di bambini vengano acquistate sul mercato nero thailandese, alcuni conicttadini praticano la magia nera e credono che il potere del soprannaturale provenga dalle parti del corpo dei bambini, che sono richieste per i riti eseguiti da monaci o stregoni.