Apertura

Loris Stival: Veronica Panarello fermata con l'accusa di omicidio

VERONICA PANARELLO LORIS STIVAL davide stival

Veronica Panarello, la 25enne casalinga madre del piccolo Andrea Loris Stival, morto strangolato a soli 8 anni con una fascetta di plastica di quelle usate dagli elettricisti si trova in stato di fermo per omicidio aggravato e occultamento di cadavere: sono i reati che la Procura di Ragusa le ha contestato nel provvedimento.
loris stival veronica panarello
VERONICA PANARELLO E L’ACCUSA DI OMICIDIO – La donna è passata da persona informata sui fatti ad indagata, e quindi è stata destinataria del provvedimento di fermo disposto dalla procura. “Non l’ho ucciso io, lui era il mio bambino”: così si è difesa davanti ai magistrati. La donna ha ricostruito parte della sua vita e respinto tutte le contestazioni fattele dai pm. Veronica Panarello ha lasciato la Procura di Ragusa dopo otto ore di interrogatorio. La donna è stata poi accompagnata in Questura, dove ha trascorso la notte in attesa di essere interrogata nuovamente dai pm oggi alle 10:30 nella Questura di Ragusa come rende  noto il suo avvocato, Francesco Villardita, sottolineando che sarà un “interrogatorio del fermato”. A sentire la donna saranno il procuratore Carmelo Petralia e il sostituto procuratore Marco Rota.
loris stival veronica panarello
VERONICA PANARELLO E LA MACCHINA AL MULINO – Sarebbe proprio la macchina della mamma di Loris quella ripresa dalla telecamera dell’azienda agricola all’ingresso della strada che porta al Mulino Vecchio la mattina di sabato 29 novembre. La circostanza sarebbe emersa nel corso delle ulteriori analisi dei video da parte degli investigatori e sarebbe stata contestata alla donna nel corso dell’interrogatorio in procura. Nel rapporto degli investigatori di tre giorni fa, si parlava di un “auto di colore scuro” che passava “senza rallentare” davanti alla telecamera. Ma dalle analisi piu’ approfondite, gli investigatori sarebbero riusciti ad ingrandire le immagini ed isolare il frame in chi si distinguerebbe la Polo nera di Veronica Panarello.
loris stival veronica panarello
VERONICA PANARELLO E IL DOLORE DI DAVIDE STIVAL – Il papà di Loris, Davide Stival, l’uomo che ha sempre difeso la moglie dalle accuse che si sono intensificate con il passare dei giorni, quando le notizie sulle indagini smontavano pezzetto per pezzetto la versione di Veronica Panarello riguardo ciò che è successo la mattina del sabato in cui Loris è stato ucciso dichiara: ”Se e’ stara mia moglie, mi cade il mondo addosso”. Lo stupore pervade tutto il paese a partire dalla zia del padre di Loris, Antonella Stival, che su Facebook prima aveva pubblicato uno status:”InFausto pensiero”, e poi un altro: “Costituitevi”, e ora con poche parole dice: ”Chiusi in un doppio e immenso dolore”. I vicini di Veronica la difendono ancora:  ”Non ci crediamo, e’ una cosa davvero inattesa. Speriamo chiarisca presto, Veronica è una madre perfetta: affettuosa e attenta”. Come tanti in paese a Santa Croce Camerina (Ragusa), si mostrano ”esterrefatti”.