Dillo con un muro!1!

Zayn Malik e gli altri: le star #FreePalestine

malik

Zayn Malik, della band One Direction, è stata una delle celebrità che hanno twittato il suo sostegno ai palestinesi; e c’è chi si chiede se anche lui, come altri colleghi dello show business, ritratterà ritenendo di essersi esposto troppo, cancellando il suo tweet.
Zayn Malik
 
ZAYN MALIK E #FREEPALESTINE Zayn Malik generalmente evita di prendere posizioni politiche; il suo laconico tweet ha raggiunto i suoi 13 milioni di followers ed è stato ritwittato più di 150mila volte. #FreePalestine è uno degli hashtag più frequentati, in relazione al conflitto in Medio Oriente: nell’ultimo mese è stato rilanciato oltre due milioni di volte. Molti in Israele non hanno gradito. “Ti prego, dimmi che è un incubo”, ha twittato una delle tremila persone che hanno usato l’hashtag #ZaynYouHaveFansinIsrael. “Di solito mi fai sorridere, ma stavolta mi hai fatto piangere!”, ha commentato un altro fan. È spuntato anche l’hashtag  #ThanksZaynFromIsrael, più sarcastico che partecipe, però; qualcuno ha usato anche toni aggressivi e perfino minacciosi.
LE ALTRE STAR Diverse celebrità hanno espresso solidarietà alla popolazione di Gaza; gli ultimi in ordine di tempo sono stati Pedro Almodovar, Javier Bardem e Penelope Cruz. Alcuni di loro, però, hanno successivamente cancellato i rispettivi tweet, dichiarando, come ha fatto la star del basket Dwight Howard, di aver “commesso un errore”: “Non ho mai commentato questioni di politica internazionale e mai lo farò”, ha detto. Due settimane fa la cantante Rihanna aveva twittato  “#FreePalestine”, per poi cancellare il post dopo pochi minuti.