Apertura

Lo Zoo di 105 chiude?

Tutto succede nello spazio di qualche minuto: Lo Zoo di 105 chiude, dice una pagina fan su Facebook mentre quella ufficiale è sparita (si sa, si possono nascondere senza che succeda niente). E parte il dolore collettivo, subito estrinsecato dai commenti intristiti degli utenti: “Marco mi spieghi una cosa? Perché lo zoo è stato interrotto? In 15 anni sono arrivate e andate via mille persone, perché proprio adesso decidi di interrompere tutto? Ok, Gibba era parte integrante del programma, ma questo non significa che lo zoo non può andare avanti! Io sono con te: per quanto mi riguarda lo zoo non morirà mai”.
“Dal 1999 ad oggi lo Zoo ti ha regalato tutto questo. Qualcuno ha pensato a una bufala o a un progetto pubblicitario, ma la verità è un’altra”, dice Marco Mattioli nella trasmissione. “Una vita intera gli ho dedicato, per cambiare il mondo della radio, creare un programma nuovo e diverso che facesse riflettere la gente. Uno spazio dove si potesse dire cazzo perché porca puttana ho voglia di dire cazzo. Ora mi guardo alle spalle e mi accorgo che è passata proprio una vita. Sempre per difendere la mia piccola creatura che diventava sempre più grande e invadeva le case. Un nome di merda: zoo. Che non rende giustizia, visto che animali non ce n’erano ma solo artisti e personaggi incredibili, a cui ho detto sempre “Fai il cazzo che vuoi”. Era un rischio che con querele, denunce e sospensioni di mezzo è diventato il programma più ascoltato d’Italia. Sono stati anni stupendi quelli che ho passato, ho creato una macchina da guerra. Niente sarà in grado di negare la bellezza della famiglia degli zoofili che si è creata attorno. Siete diventati la mia seconda famiglia”.
“Con tutti voi ho riso, pianto, passato momenti straordinari che ci ha reso quello che siamo. Lo zoo è nelle mie vene e anche nelle vostre. E’ diventato parte del mio corpo, e anche del vostro. Eppure qualcosa è cambiato. Non mi diverto più. E allora penso che forse è giunto il momento di smetterla. Zoofili che mi accusano di infamie e scorrettezze, mi sento tradito di quella fiducia che pensavo di meritare in questi quindici anni di gioie. La sua famiglia non lo difende più. Lo Zoo è stato il sorriso ebete stampato sulla faccia. Lo Zoo è gioia, è divertimento. E ora che tutto questo viene a mancare, è giunto il momento di chiuderla qui. Lo ZOO finisce qui, adesso. Si ferma da solo, imbrigliato nelle sue contraddizioni e nei suoi sbagli. E’ il momento di concludere a storia di un programma che ha cambiato la storia della radio e anche della mia vita. Ora ascoltate cosa ha da proporre l’intera radiofonia italiana. Buon ascolto”.
LO ZOO DI 105 CHIUDE. COME E’ ANDATA – Il primo annuncio su Facebook è di una pagina fan collegata all’account, ma non ufficiale:
zoo di 105 chiude bufala 1
E subito dopo arriva il grido di dolore:
zoo di 105 chiude bufala 2
E ancora:
zoo di 105 chiude bufala 3
Non solo. L’annuncio è dato anche su Diochan, dove, chissà perché, non ci crede quasi nessuno:
zoo di 105 chiude bufala 4
Non manca la solita nota su Wikipedia:

Il 31 Luglio 2014 Paolo Noise ha dichiarato che lascia Radio Deejay e ritorna a Radio 105. Il 15 settembre torna alla conduzione del programma insieme a Marco Mazzoli, Alan Caligiuri, Luigi Luciano e a tutti i membri del programma, ad eccezione di Gibba, che in seguito, durante settembre, ha ufficializzato sulla sua pagina Facebook che “non ci sono più le condizioni che rendano possibile il ritorno allo Zoo”. Il 15 Settembre 2014 è stata chiusa la pagina Facebook a causa delle numerose proteste ed insulti ricevuti da parte degli ascoltatori, mentre, sempre per lo stesso motivo, il 19 Settembre 2014 Marco Mazzoli ha dichiarato la chiusura del programma.

Ma a ben guardare si scopre che la voce è stata modificata giusto in tempo (e prima dell’orario di messa in onda al lunedì).
zoo di 105 chiude bufala
E siccome acca’ nisciuno è fesso, anche gli admin di Wikipedia hanno qualche dubbio:
zoo di 105 chiude bufala 5
Naturalmente la notizia si è già diffusa su Twitter:


Ma la cosa incredibile in tutto ciò è che non ci sia traccia di uno straccio di comunicato da parte della rete per la chiusura di una trasmissione che arriva a fare un milione di ascoltatori. Giusto quattro anni fa Lo Zoo di 105 venne multato e sospeso dal Garante dell’Editoria e, prima ancora, nel gennaio 2009 dopo le proteste degli ambientalisti: sotto accusa era finita una battuta un po’ troppo cruda.